Fiumicino, nuovo tentativo di furto di cherosene: ancora uno sversamento

12/2/2015 –  Ieri sera alle 20 circa è stato scoperto un tentato furto di cherosene dall’oleodotto delle raffinerie di Roma in viale Lago di Traiano a Fiumicino poco distante dall’aeroporto. L’effrazione si sarebbe verificata su una condotta sotterranea in corrispondenza di due tubi di scolo collegati con il canale delle Vignole.
Al momento gli operai di una ditta specializzata sono al lavoro per chiudere il buco da dove è uscito il carburante che si è riversato nel canale di raccolta. L’intervento di messa in sicurezza e’ stato immediato ed ha permesso di circoscrivere l’area inquinata con panne galleggianti. Si e’ poi proceduto con l’aspirazione del carburante, operazione ancora in corso. Sul posto sono intervenuti la Capitaneria di Porto di Roma, la Protezione Civile, la Polizia di Fiumicino e la Polizia Locale che ha istituito un senso unico su viale Lago di Traiano. Ad effettuare un sopralluogo anche l’assessore all’Ambiente Roberto Cini, il vicesindaco Anna Maria Anselmi e l’assessore all’Urbanistica, Ezio Di Genesio Pagliuca. A dare l’allarme ieri sera sono stati dei cittadini, colpiti dal forte odore di carburante che si percepiva nell’area. Indaga la Capitaneria di Porto di Roma che procederà al sequestro dell’area.
“Dopo un lavoro notturno di circa tre ore – dichiara l’assessore Cini – l’area è stata messa in sicurezza: è stato immediatamente chiuso il flusso di carburante che collegava con le navi al largo, sono state posizionate delle panne galleggianti oleoassorbenti e con un mezzo è stato aspirato il carburante riversatosi nel canale. Abbiamo subito allertato tutte le autorità competenti e gli enti preposti, compresi Eni, Raffineria di Roma e Seram. In queste ore siamo sul posto sul posto per seguire da vicino le operazioni di bonifica”.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here