VOLLEY – L’Ostia VC torna dalla Wintercup con buone risposte

2/172015 – L’Ostia VC dopo aver partecipato al torneo Wintercup di Modena torna con un tale bagaglio di esperienza accumulato con il quale ripartirà per arrivare il più lontano possibile nel campionato regionale under 18, per il quale vuole difendere e cercare di confermare il risultato dello scorso anno. Quest’anno il torneo ha cambiato in un passaggio della formula, per far si che si giocasse una partita in più e per far in modo che si potesse rientrare anche dopo una sconfitta nella fase iniziale. All’inizio solito girone da tre squadre, in cui le lidensi hanno affrontato le friulane del Fiumicello e le mantovane del Viadana. Si comincia con una vittoria sul Viadana per 2-1 conseguendo subito la qualificazione in quanto le lombarde erano alla seconda sconfitta. Terza partita chi vince arriva primo nel girone tra Ostia Vc e il Fiumicello che il quale di aggiudica l’incontro per 2-1 e 15/13 al tie-break. “Peccato – spiega il presidente Piero Colantonio – si va in un girone di ferro con due prime se avessimo vinto si sarebbe giocato con due seconde, ci toccano due potenze a livello giovanile: l’Igor Novara e l’Argentario di Trento, e qui esce fuori tutta l’esperienza delle nostre avversarie, si perde ambedue le gare per 2-0 ma con onore. Si gioca ora nei quarti di finali per il 17/24 posto, ci contende il passaggio del turno le bergamasche del Celadina, partita dura, finita ai vantaggi (24/26-23/25) per le avversarie, nelle semifinali finalmente due vittorie contro le venete del Aurora Team Figherters (2-0) e la finale 21/22 posto contro le trevisane del Volley Mareno per 2-1 (25/22-22/25-15/17). Bilancio di tre vittorie e quattro sconfitte, un bagaglio di esperienza che le ragazze porteranno con loro per tutta la vita sportiva, una tre giorni stupenda e faticosa, ma indelebile nelle loro menti. Sono orgoglioso di queste ragazze, – spiega Colantonio – sapevamo che quest’anno avremmo faticato più del previsto, il livello tecnico è sempre più alto, ma pensiamo sia giusto così, hanno fatto una esperienza fuori dal comune, ora bisogna metterla in pratica nei due campionati che frequentano, la serie D e l’under 18, ma sono sicuro che avendo un obbiettivo davanti lo assolveranno. Ma il loro fine più importante è sempre quello, diventare giocatrici di pallavolo, poi la categoria sarà secondo il loro valore.”

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here