Sabato e domenica non perdete l’appuntamento con il Cea

12/01/2015 – Questo fine settimana il Cea ha organizzato due visite da non perdere: sabato 17, alle ore 15, la dott.ssa Patrizia Battistini vi condurrà in una passeggiata lungo l’argine del Tevere, partendo da Ostia Antica. Domenica 18, alle ore 9, invece, la dott.ssa Loretta Buonamico vi porterà a visitare lo splendido palazzo del Quirinale.

Vediamo il programma in dettaglio:

Sabato 17/01/2015

Argine del Tevere da Ostia Antica

Itinerario al tramonto

Appuntamento: Ore 15.00 Stazione di Ostia Antica

Costo: 5€ adulti

Dalla Stazione metro di Ostia Antica per favorire l’utilizzo del mezzo di trasporto pubblico in brevissimo tempo si raggiunge il Borgo Medioevale. Il complesso cinquecentesco di Ostia, con il magnifico castello di Giulio II ed il borgo fortificato, sorge su un’ antica ansa del Tevere. La rocca rappresenta uno dei primi esempi di architettura militare di transizione, poichè, accanto ad elementi difensivi di derivazione medievale, presenta aspetti innovativi dovuti all’introduzione delle armi da fuoco: un perfetto esempio di urbanistica rinascimentale. Attraversiamo la campagna percorrendo una strada bianca per raggiungere l’argine nei pressi dell’attracco adiacente agli Scavi e lungo un sentiero rialzato arriviamo fino a Capo due Rami, il punto in cui il Tevere si divide in due braccia: Fiumara Grande ed il Canale di Fiumicino e forma cosi’ la cosiddetta “Isola Sacra”. Questo ambiente molto suggestivo, nonostante la vegetazione sia molto impoverita rispetto a quella potenziale. In origine le rive del Tevere erano bordate da una foresta ripariale a pioppo bianco e pioppo nero, salice e ontano. Queste sono specie a rapida crescita, dal legno tenero e in grado di rigenerarsi rapidamente dopo le piene rovinose. Interessanti le presenze faunistiche, si possono facilmente osservare gallinelle d’acqua, aironi rossi e cinerini e cormorani.

Domenica 18/01/2015

Il Palazzo del Quirinale

Collegamenti e approfondimenti con la Tenuta Presidenziale
Appuntamento: ore 9.00 Piazza del Quirinale, accanto alla fontana

Costo: Ingresso: 10€ adulti, gratuito under18 e over65, 5€ tra 18 e 25 anni

Visita guidata: 5€, gratuita under18

+ 2 € auricolare (tutti)

Una visita che ci porterà alla scoperta di uno dei Palazzi del potere più importanti ed affascinanti della città di Roma, in un viaggio di storia ed arte tra le origini della città ed il suo più recente passato. Il Palazzo del Quirinale sorge su un colle che, per la posizione elevata e la particolare salubrità ospito’ fin dall’antichità nuclei residenziali, edifici pubblici e di culto.
In quest’area sorsero nel IV secolo a.C. il tempio del Dio Quirino che impose nome al colle, e il tempio della Dea Salute ma le presenze piu’ imponenti sul colle erano certamente quelle delle terme di Costantino e del tempio di Serapide, edificato da Caracalla nel 217 d.C., da cui provengono i due gruppi scultorei dei Dioscuri, alla cui presenza e’ dovuto il toponimo di Monte Cavallo, spesso riferito a questo Colle.
Nel ‘400 e all’inizio del ‘500 intorno alla piazza vennero a dislocarsi palazzi e ville di nobili e prelati tra i quali il cardinale Oliviero Carafa, proprietario di una villa con vigna sul luogo dove oggi sorge il Palazzo del Quirinale. Nel 1550 la villa Carafa venne presa in affitto dal cardinale Ippolito d’Este, successivamente fu papa Gregorio XIII (1572-85) a far ampliare a sue spese la piccola villa affidando l’incarico del nuovo fabbricato all’architetto Ottaviano Mascarino. Sisto V (1585-90) acquisto’ nel 1587 dai Carafa la villa di Monte Cavallo per farne la sede estiva del pontificato.
L’architettura del Palazzo nell’aspetto odierno fu portata a compimento nel corso del pontificato di Paolo V Borghese (1605-21), mentre nel corso del ‘600 fu realizzata la decorazione interna. Gli ultimi importanti interventi sull’architettura del complesso del Quirinale e sulle sue adiacenze furono portati a termine entro la prima meta’ del ‘700. All’inizio dell’800 il Quirinale viene scelto dal governo napoleonico come residenza dell’Imperatore, ma nel maggio 1814 Pio VII rientra a Roma e torna in possesso del Quirinale, adoperandosi subito per cancellare il piu’ possibile le tracce dell’occupazione napoleonica.
Nel 1870, dopo la breccia di Porta Pia e l’annessione di Roma al Regno d’Italia, il Quirinale divenne residenza della famiglia reale. Dal 1946 e’ la sede del Presidente della Repubblica Italiana.

La prenotazione per tutte le visite  è obbligatoria al n. 06 50917817 (lun.-merc.- ven. e sabato ore 9.30-12.30)  oppure ai cellulari: 347 8238652  o 327 4564966.Si può anche prenotare via mail sostituendo all’oggetto la parola “prenotazione” ed indicando nome, cognome, un recapito telefonico e la visita prescelta.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here