Ostia, esce dal carcere e ricomincia a picchiare la moglie. In manette 48enne

23/1/2015 – Era uscito dal carcere lo scorso 25 ottobre dopo due anni passati dietro le sbarre con l’accusa di stalking nei confronti della moglie. Una permanenza dietro le sbarre che non è servita per ricondurre a più miti consigli l’uomo che l’altro ieri è stato nuovamente arrestato dai carabinieri con l’accusa di stalking, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.
Identico lo scenario della vicenda: un appartamento ubicato in via Marino Fasan. E’ qui che l’uomo, un 48enne pregiudicato romano, uscito dal carcere era tornato a vivere, nonostante gli fosse stato espressamente vietato dal giudice; la moglie non aveva trovato il coraggio di denunciarlo per paura di ritorsioni, sopportando in silenzio il suo comportamento oppressivo.
L’altro ieri l’epilogo, a seguito dell’ennesimo litigio dovuto al suo stato di ubriachezza, l’uomo si è scagliato contro la moglie colpendola in varie parti del corpo, per poi danneggiare ogni oggetto che si è trovato davanti.
La malcapitata, impaurita, approfittando di un attimo di distrazione ha chiamato il 112. Dopo pochi minuti sul posto è intervenuta una pattuglia del Nucleo Radiomobile che le ha prestato i primi soccorsi, ammanettando lo stalker ancora in preda all’ira. Durante l’operazione di arresto, l’uomo si è scagliato con forza anche contro i militari. La donna, anch’essa 48enne romana, è stata medicata presso l’ospedale Grassi di Ostia, dove le sono state riscontrate lesioni ad una mano e alla spalla; per fortuna se la caverà con 5 giorni di riposo e cure mediche. Per l’aggressore si sono riaperte le porte del carcere.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here