G.B. Grassi, Rsu: “Basta con il personale tappabuchi”

28/1/2015 – Oggi le Rsu di Cisl, Uil, Cobas e Fials (esclusa la Cgil) hanno organizzato un sit-in all”interno della direzione generale dell’Asl RmD, a Casalbernocchi, per protestare contro l’uso di personale sanitario di altre strutture necessario a colmare la carenza di organico dell’ospedale G.B. Grassi di Ostia. “Non ci muoveremo da qui finché il direttore generale, Vincenzo Panella, non ci presenterà un piano di riorganizzazione” così in una nota ha dichiarato il segretario aziendale Cisl Fp del Grassi, Sandro Costa. “L’azienda – continua il sindacalista – sta utilizzando il sistema di mobilità in urgenza in modo persecutorio. Non si possono sfruttare i lavoratori che già sono impegnati in strutture non ospedaliere, visto che nel territorio ci sono 47 ambulatori, per coprire i ”buchi” del Grassi. In quell’ospedale ci sono carenze sia al Pronto soccorso, che nei reparti di Medicina, Chirurgia e Ortopedia” situazione che una settimana fa Costa, aveva denunciato lo stesso sovraffollamento del Pronto soccorso e aveva anche specificato che il 2 febbraio andranno in scadenza i contratti di sette infermieri. “Se l”azienda non li rinnova – conclude Costa – saremo ancora di più nei guai, quindi il direttore ci convochi al più presto”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here