CALCIO – Ostiamare, rubati i documenti del Palestrina. Partita non disputata

12/1/2015 – Niente partita ieri per l’Ostiamare e il Palestrina. Il match che si doveva svolgere nello stadio dell’Anco Marzio e che avrebbe segnato la ripresa del campionato di serie D dopo la pausa natalizia infatti non si è potuto tenere a causa del furto dei documenti dei giocatori della squadra ospite.
Mentre i calciatori del Palestrina erano a pranzo a “Il Delfino”, il pulmino sociale è stato preso di mira da ignoti che hanno rotto un vetro e trafugato all’interno, sottraendo la valigetta che conteneva la stragrande maggioranza dei documenti di riconoscimento.
All’arrivo all’Anco Marzio i dirigenti del Palestrina hanno naturalmente fatto presente quanto accaduto alla società biancoviola e poi all’arbitro della sfida, il livornese Luca Testi. Senza documenti, naturalmente, era chiaro che il Palestrina – che ha subito presentato regolare denuncia contro ignoti ai carabinieri – non avrebbe potuto giocare la gara, a causa del mancato riconoscimento arbitrale che precede ogni incontro.
Così, attesi i 45 minuti (un tempo) come da regolamento, l’arbitro ha determinato l’impossibilità a procedere alla direzione del match per assenza (forzata) della documentazione del Palestrina.
La “palla” passa al Giudice Sportivo che deciderà in merito.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here