Bagnoletto, raccolta porta a porta tra disservizi, degrado e malumori dei residenti

17/1/2015 – La raccolta dei rifiuti solidi urbani è tema caro al comitato di quartiere Bagnoletto, in particolare con l’avvio del servizio di raccolta porta a porta iniziato, nel quartiere, il 17 novembre 2014.
“Il nuovo sistema di raccolta – spiega Alessandro Ieva, presidente del cdq – è stato preceduto da una campagna di informazione organizzata dall’Assessorato all’Ambiente del X Municipio, in collaborazione con l’AMA e i Comitati di quartiere del territorio, mediante incontri prodromici mirati alla diffusione dei giusti comportamenti dei cittadini di fronte al nuovo metodo di raccolta dei rifiuti. Nonostante le azioni di sensibilizzazione, la campagna di informazione e l’incontro con i cittadini di Bagnoletto svolto il 23 ottobre 2014, il servizio è iniziato e prosegue con notevoli difficoltà. In realtà quello che doveva determinare un razionale smaltimento dei rifiuti si presenta come un disservizio che genera disagi e malumori tra i cittadini che, di fronte ad un endemico mancato rispetto dei tempi di raccolta, si preoccupano dello stato igienico-sanitario dei propri spazi e di quelli comuni. La situazione si esaspera, inoltre, di fronte all’evidente inciviltà di coloro che lasciano cumuli di rifiuti nelle zone più disparate del quartiere con impunità degli stessi e aumento del degrado.
Nell’incontro che si è tenuto il giorno 13 gennaio 2015, presso i locali dell’Ex-Prosider, tra AMA, Assessorato all’Ambiente e i referenti dei CdQ, – prosegue il presidente del cdq – considerata la situazione attuale e tenuto conto delle segnalazioni ricevute, i referenti del locale CdQ hanno rappresentato le esigenze emerse nel quartiere Bagnoletto riportate anche nella nota n. 2507 prodotta in pari data al X Municipio (disponibile sul sito www.cdqbagnoletto.it/ama.html).
Nel richiedere: interventi immediati; collocazione di campane per il vetro; di cestelli per l’indifferenziata; di uno o più operatori ecologici (già richiesti il 19 agosto 2013) per la pulizia e la sanificazione delle strade e dei parcheggi presenti; l’individuazione di uno o più spazi nel quartiere dove poter ricevere il verde potato o sfalciato oppure un servizio di ritiro PAP di potature e sfalci, abbiamo sviluppato dei ragionamenti e richiesto ad AMA risposte scritte e impegni concreti. E’ stato chiesto ai referenti AMA che sarebbe utile sapere se la fornitura dei raccoglitori per la raccolta differenziata PAP ha interessato tutti i residenti o solo i titolari di utenza; se è previsto e, nel caso, se attuato, un sistema di monitoraggio delle utenze mirato all’emersione di eventuali evasori atteso che, a parere di questo cdq, potrebbero essere questi gli autori delle incivili azioni di smaltimento evidenziate; se sono previste azioni di contrasto al fenomeno dell’incivile smaltimento dei rifiuti nelle strade ed infine, come ci si deve o ci si può comportare di fronte ad un cittadino sorpreso a gettare rifiuti in modo indiscriminato.  Ci auspichiamo risposte scritte da AMA e/o per suo conto dall’Assessorato all’Ambiente del X Municipio per iniziare un percorso finalizzato a migliorare lo scadente servizio sino ad ora fornito! Raccomandiamo comunque i residenti – conclude Ieva – a continuare a segnale al numero verde Ama 800 867 035 i disservizi rilevati, registrando: data segnalazione al n. verde; data del disservizio riscontrato; n. pratica da richiedere sempre; descrizione sintetica dell’evento (es mancato ritiro umido). Il tutto da recapitare al CdQ Bagnoletto all’indirizzo mail  comitato@cdqbagnoletto.it

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here