Ascom: “Vendite in calo e chiusure in vista a fine saldi. Entro la fine dell’anno la città sarà deserta”

23/17/2015 – Un quadro drammatico quello dipinto dall’Ascom Roma-Litorale sul commercio nel X Municipio. “L’andamento dei saldi invernali non mostra segnali di ripresa economica per il X Municipio. Gli operatori commerciali interpellati dall’Ascom Roma-Litorale lamentano ancora un netto calo rispetto allo scorso anno: si stima una flessione compresa tra il 15% e il 20% nelle zone più periferiche, mentre nelle aree centrali si registra un sostanziale pareggio. Finora – spiega l’associazione dei commercianti – non c’è stata alcuna corsa agli acquisti: nelle vie dello shopping i cittadini girano, ma non comprano. E chi lo fa, si limita a spese di piccola entità. A risentirne maggiormente, ancora una volta, sono il settore dell’abbigliamento e quello delle calzature. Considerando il trend decisamente negativo delle vendite natalizie e la progressiva contrazione delle vendite registrata negli ultimi cinque anni, le previsioni per il futuro prossimo sono tutt’altro che confortanti. L’onda lunga della crisi continua a tenere a freno i consumi e, rispetto a quanto viene strumentalmente affermato, il bonus governativo di 80 euro in busta paga non ha affatto influito. Non si vede ancora quella attesa inversione di tendenza che – conclude l’Ascom – può scongiurare ulteriori chiusure commerciali nel corso del 2015. Alcuni esercenti hanno già annunciato la resa una volta esaurite le rimanenze di magazzino con i saldi. Roma vanta il primato delle chiusure di esercizi di vicinato e il X Municipio – dove per ogni negozio che apre, tre abbassano la saracinesca – non fa certo eccezione. Ogni giorno, in tutti i quartieri, compaiono annunci di vendita per cessazione attività. Di questo passo, alla fine dell’anno avremo una città desertificata”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here