Sversamenti cherosene: divieto di uso per l’acqua di Rio Palidoro e Arrone

08/11/2014 – Preoccupato per la salute dei propri cittadini e per l’integrità del proprio territorio, il Sindaco di Fiumicino Esterino Montino vieta l’utilizzo dell’acqua dei tratti di fiume Arrone e Rio Palidoro. I due corsi d’acqua sono stati interessati negli ultimi giorni da fuoriuscite di cherosene tali da aver inquinato, a quanto pare, non solo i fiumi stessi ma anche i terreni circostanti.
I sopralluoghi di questa mattina, effettuati dalla Capitaneria di Porto, dalla Polizia Locale e dal delegato alla Protezione Civile, hanno verificato proprio l’invasione delle terre attigue alle perdite nonché della foce dell’Arrone – altezza Villaggio dei Pescatori di Fregene – da parte del combustibile. “Le prime luci dell’alba hanno illuminato una situazione davvero difficile sul nostro territorio. Il kerosene che, dopo i tentativi di furto è stato sversato nell’Arrone e nel Rio Palidoro, nei canali di Maccarese e del nord del Comune, ha causato un ingente danno ambientale. Un disastro che in queste ore è ancora impossibile da quantificare” sottolinea il Sindaco.
Davanti a questa situazione il Primo Cittadino ha immediatamente dato seguito alla predisposizione degli atti necessari a diffidare l’ENI, responsabile della conduttura, affinché provveda urgentemente ad adottare ogni misura necessaria per limitare gli effetti dannosi già prodotti o che potenzialmente conseguiranno alla fuoriuscita del cherosene.
“Serve un’immediata bonifica e riqualificazione delle molte aree interessate dai danni  – dichiara ancora Montino oltre a un’attenta valutazione dell’Arpa, da subito allertata su questa vicenda, e di tutti gli enti preposti a stabilire le ricadute non solo ambientali ma anche quelle che riguardano la salute pubblica dei cittadini che vivono nelle aree limitrofe”.
Intanto il Sindaco, sentite le autorità competenti, ha provveduto all’emissione immediata di un’ordinanza contenente il divieto di utilizzare a qualsiasi fine le acque del Rio Palidoro – dall’altezza dell’attraversamento dell’autostrada Roma-Civitavecchia fino alla foce – e dell’Arrone –  lungo tutto il tratto che dal casello di Fregene dell’autostrada Roma-Civitavecchia arriva alla foce. “È necessario scongiurare qualsiasi rischio alla salute e igiene pubblica. Per questo motivo ho ordinato anche il divieto per gli allevatori di far abbeverare il proprio bestiame al pascolo in libertà nei tratti indicati dei due corsi d’acqua” aggiunge preoccupato il Sindaco.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here