Nuovo furto di cherosene. Ancora una perdita dall’oleodotto

07/11/2014 – Sembrerà impossibile eppure a solo un giorno di distanza dalla precedente ecco verificarsi una nuova perdita dall’oleodotto che collega Civitavecchia con Fiumicino. Anche stavolta si tratta di tentato furto.

Da stamane la Capitaneria di Porto è a lavoro per scongiurare il danno ambientale derivante dal flusso di carburante che defluisce nell’Arrone. Distante solo un paio di chilometri dall’evento doloso di ieri, la perdita è stata tale che gli  effluvi di cherosene sono arrivati fino al vicino casello autostradale della Roma-Civitavecchia. Lì gli addetti hanno dovuto indossare mascherine per proteggersi dal forte odore.

Lorenzo Savarese, comandante della Capitaneria di Porto di Roma, spiega che l’ENI, al fine di ridurre la fuoriuscita di cherosene, ha dovuto ridurre la pressione nell’impianto e allo stesso tempo ha provveduto a posizionare panne galleggianti che assorbissero il carburante sversato nell’Arrone.

Sulla vicenda indagano attualmente i Carabinieri.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here