Appalti illeciti: “recidere collusioni tra politica e crimine organizzato”

4/11/2014 – “L’operazione di questa mattina coordinata dalla locale Direzione distrettuale antimafia, assieme a Polizia di Stato, Carabinieri e guardia costiera, che ha portato ai 9 arresti tra cui l’ex Direttore dell’Ufficio tecnico dell’allora XIII Municipio non ci stupisce ma conferma quanto più volte abbiamo denunciato. Le indagini si riferiscono ad appalti relativi al periodo tra il gennaio 2011 e l’aprile 2013 e confermano come a Ostia si sia sviluppato da tempo un efficiente sistema di collusione tra imprenditori, criminalità mafiosa locale, mala politica e funzionari amministrativi compiacenti. Una rete fondata su corruzione, concussioni e altri reati di natura finanziaria volta ad alterare le più elementari norme del buon procedimento amministrativo, il tutto in assenza di alcuna effettiva istruttoria e contraddittorio”. Così in una nota congiunta Maurizio Zammataro, coordinatore di Sel Roma, Mattia Ciampicacigli, responsabile legalità Sel Lazio e i coordinatori dei circoli di Sel del X Municipio: “Ci troviamo pertanto-continua il comunicato stampa-di fronte a una vera e propria emergenza illegalità, con pesanti conseguenze sulla qualità dei beni e dei servizi di pubblica utilità, dove, a farne le spese, come spesso accade, è la cittadinanza onesta e consapevole.
Esprimiamo il pieno sostegno alle indagini della Dda e delle forze dell’ordine, consapevoli, tuttavia, che deve essere la buona politica a tornare protagonista, a partire dall’istituzione più prossima al cittadino. La maggioranza di centrosinistra al governo del X Municipio ha dinanzi a sé la sfida più grande: recidere, una volta per tutte, ogni legame tra amministrazione e mafie”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here