Volley B/1 – L’Evoluzione Ostia nella tana del San Giustino

L’Evoluzione Ostia si appresta a giocare la seconda trasferta umbra nella terza giornata del campionato nazionale di serie B/1, e lo fa dalla non invidiabile posizione di bassa classifica in coabitazione con il San Giustino PG, società che ha tesserato proprio in questi giorni Mirka Francia forte giocatrice cubana che se anche trentanovenne ancora in grado di fare la differenza, ex Perugia di A/1, fa parte della formazione umbra anche Camilla Izzi ex atleta dell’Ostia.
Si va a San Giustino non come vittima sacrificale, ma con il chiaro intento di ribaltare lo stato d’animo non proprio eccezionale dopo l’inizio di campionato poco brillante, la squadra si è allenata con molto brio come al solito, come vuole la giovane età delle ragazze, lasciandosi alle spalle la sconfitta casalinga di domenica scorsa vongole Todi.
“Il grande merito va attribuito – dichiara il presidente Piero Colantonio – ai due tecnici che hanno risollevato sia il morale che lo stimolo ad allenarsi di più in questa settimana dopo un inizio di campionato non proprio esaltante, e qui è intervenuto il preparatore tecnico Ivan Guzzo che con un sapiente lavoro in palestra ha saputo rimotivare le ragazze e per poi far si che Grechi completasse il lavoro sul campo con sedute giornaliere pesanti ma gioiose. Sapevo che l’inizio di campionato non sarebbe stato idilliaco e a questo eravamo preparati mentalmente ma poi quando ci si passa devi tenere a bada le emozioni positive ma specialmente quelle negative delle ragazze che anche per la loro giovane età e per la poco esperienza in questo torneo manifestano, ma qui entra in gioco il grande gruppo che si è formato, infatti le più esperte, Patti ma specialmente Ilaria Angelelli tirano su il morale e dispensano consigli alle più giovani incoraggiandole e a pensare a fare bene dopo e non pensare al prima, agli errori commessi ma lavorare ancora per migliorare. Sono convinto del gruppo formato, i risultati verranno fuori prima o dopo, in cuor mio spero prima, sicuramente il campionato è duro, difficile, anche da parte dirigenziale, e questo ne’ eravamo coscienti, ma anche il pubblico domenica a fine gara ha applaudito le nostre ragazze, e ci hanno incitato a stare vicino a loro e motivarle sempre, e questi consigli sono datti dati da ex atlete che hanno giocato con noi è sono venute a vedere la gara con le loro figlie che che a loro volta giocano con le nostre giovanili, una grande soddisfazione, vuol dire che stiamo creando qualcosa per il futuro.”

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here