Al Teatro del Lido “Così vivi” e “Munnizza”

Libera presenta
CONTROMAFIE 2014
ingresso gratuito

Venerdì 24 alle 21

COSI’ VIVI
di Marco Ciconte regia Giusy Mallace
con Salvatore De Rito, Emma Carcea, Paolo Zito, Giusy Mellace

“Così vivi” è uno spettacolo dedicato alla memoria di Paolo Borsellino, Emanuela Loi, Domenico Gabriele, Lea Garofalo, vittime di mafia, che in un altro spazio e in un altro tempo, raccontano se stessi e la loro storia.

a seguire

MUNNIZZA
memorie, suoni e visioni su e di Peppino Impastato
con Andrea Satta e la COMPAGNIA “Siamo Quasi Una Cosa Seria”
produzione Cactus Film

La trasmissione Onda Pazza del 28/4/1978 dal titolo “La favoletta”, con le voci di Peppino Impastato, Salvo Vitale, Faro Di Maggio; le parole di Andrea Satta, la lettura dei “pizzini” e le immagini del cortometraggio “Munnizza” s’incontrano in una sola voce: quella della memoria condivisa. Un reading realizzato dalla Cactus film produzioni in collaborazione con “Libera, associazioni nomi e numeri contro le mafie”

Serata organizzata nell’ambito di CONTROMAFIE 2014, 4 giorni di incontri, dibattiti, impegno e partecipazione.
Il 24 Ottobre il teatro e l’arte contro le mafie arrivano nei teatri di Roma.
Tra letture, teatro, musica, due spettacoli in programma al Teatro Del Lido di Ostia a partire dalle ore 21.00.

“Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” da sempre lavora per rafforzare il versante della prevenzione nell’opera di contrasto alle mafie, nella consapevolezza che il solo versante repressivo sia necessario ma non sufficiente. La prima vera risposta al controllo mafioso del territorio è la pratica di cittadinanza e partecipazione che singoli, associazioni e formazioni sociali di ogni genere sono chiamati a costruire e vivere. A tale riguardo nei documenti di Libera spesso si richiama uno dei suoi obiettivi principali: “costruire una comunità alternativa alle mafie”, dove vengano riconosciuti a ogni essere umano diritti e non favori, a differenza di quanto avviene nel sistema mafioso, così come è definito nella Carta Costituzionale. La battaglia contro le mafie è quindi necessariamente una battaglia per i diritti sanciti dalla Costituzione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here