Municipio occupato, gli alluvionati presentano un documento di iniziativa popolare

17/10/2014 – Un documento di iniziativa popolare con il quale impegnare il presidente del X Municipio Tassone ad attivarsi con la Regione per reperire i fondi per la messa in sicurezza idraulica. E’ il frutto della lunga giornata di occupazione che ieri un centinaio di persone, di alluvionati, ha portato avanti nell’aula consiliare del X Municipio. Tanti cittadini ma soprattutto tante persone che nel corso degli anni hanno visto le loro abitazioni invase dall’acqua con danni a volte ingentissimi.
“Il documento – spiega Alessandro Ieva, presidente del comitato di quartiere Bagnoletto – è stato redatto e condiviso durante l’occupazione del X Municipio, dai Comitati e Cittadini presenti, per chiedere al Presidente Andrea Tassone e alla Giunta del X Municipio di attivarsi nei confronti di Roma Capitale con fondi propri da reperire sin dal prossimo assestamento di bilancio Comunale; di attivarsi nei confronti della Regione Lazio affinchè destini fondi congrui alla realizzazione delle opere idrauliche necessarie alla, definitiva e strutturale, messa in sicurezza del territorio (tutto) del X Municipio; a rispettare gli impegni presi nell’incontro odierno con provvedimenti di somma urgenza nel caso di inerzia, sul tema, da parte di Roma Capitale e Regione Lazio”.

Quando i cittadini arrivano ad occupare le sedi istituzionali significa che qualcosa non va. – spiegava ieri Ieva – Oggi è stata una dimostrazione di responsabilità, intelligenza e maturità da parte di tutti coloro che hanno manifestato l’esigenza di aver garantita la sicurezza idraulica del X Municipio e che venisse tutelata la propria vita e i propri beni. Non sono bastati due sinistri tentativi con i quali qualche sciocco ha provato a contaminare la pacifica occupazione, prima con le persone dei centri sociali e poi con i partigiani, ignorando che noi eravamo lì per difendere i nostri diritti, i diritti di tutti i cittadini di questo Municipio, anche di coloro che per scelta o impossibilità a partecipare sono rimasti a casa. Purtroppo non posso sottacere il fatto che di fronte l’evidenza palesata questa mattina con il tentativo da parte del Presidente del X Municipio di metterci la faccia, i consiglieri di maggioranza hanno ritenuto, forse per linea politica, di non sostenere i cittadini che in quel momento chiedevano un aiuto, lasciando l’aula consiliare. A conclusione di questa giornata molti pensieri mi passano per la mente, ma la soddisfazione di aver partecipato ad un’iniziativa che nasce dal basso, che nasce da noi cittadini, gli stessi che con i loro comportamenti hanno consentito di poter chiedere e manifestare con educazione i propri diritti, questo mi gratifica. Nel ringraziare tutti coloro che hanno sostenuto questa iniziativa, colgo l’occasione per invitare ciascuno a tenere sempre alto il livello di attenzione sul tema, perché ancora la cima non è stata raggiunta. Non v’è sosta se non sulla cima”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here