Manifestazione al Sant’Agostino per i diritti di pazienti e dipendenti

“Il 16 ottobre con una nota informale, la Direzione della Asl Rm D dava notizia agli operatori del T.S.M.R.E.E. (tutela salute menatale e riabilitazione in età evolutiva) dell’avvio dei lavori di ristrutturazione del secondo piano del Sant’Agostino, per la realizzazione della “Casa Della Salute” e conseguentemente l’immediato accorpamento del servizio distribuito su due piani in un unico piano. In pratica neuropsichiatri infantili, psicologi, terapisti della riabilitazione, assistenti sociali (peraltro non garantiti in organico da più di un anno) e personale amministrativo, costretti a lavorare in uno spazio dimezzato.
Tutto questo avviene senza minimamente prevedere l’inevitabile ricaduta sull’efficienza del servizio stesso, sulla prevenzione, la cura e la riabilitazione dei minori del territorio, con problematiche di salute e sofferenze familiari di ogni tipo, dalle disabilità alle conseguenze di separazioni conflittuali. Quale futuro per la riabilitazione dei bambini che attualmente ne usufruiscono? E delle decine in lista di attesa?
Quali “servizi” prenderanno il posto del TSMREE e, presumibilmente, del Consultorio Familiare? Nessuno deve saperlo, perché? E la mitica “Casa della Salute della Donna e del Bambino” deliberata e finanziata con fondi ad hoc ed inaugurata più di una volta che fine ha fatto?
Si conferma il sospetto che nella Asl Rm D esista una programmazione sanitaria interessata solo allo sviluppo delle inaugurazioni, ovvero basata sull’interesse personale di pochi.
In tempo di spending review assistiamo ad uno spreco di soldi pubblici per fare un restiling (che nulla ha di funzionale) dei vari reparti, mentre anche l’esterno del Sant’Agostino avrebbe già bisogno di interventi di ripristino…
Rivendichiamo il diritto alla salute, inteso come benessere socio-sanitario, insieme agli operatori dei servizi, perché i cittadini vanno trattati come sovrani e non, come qualcuno pensa, come sudditi che devono solo subire capricci altrui.
Appuntamento lunedì 27 ottobre ore 12.30 davanti al presidio Sant’Agostino, Lungomare Toscanelli 280 – Ostia”. Così in una nota il Comitato a Difesa della Casa del Parto e dei Servizi Materno-Infantili.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here