Con il Cea alla scoperta di Ostia Antica e il Tevere

Un fine settimana ricchissimo quello proposto dal CEA che propone per sabato mattina una interessante novità e domenica (al posto della prevista visita al Castello di Giulio II, chiuso per restauri fino alla fine dell’anno) ben tre itinerari tematici all’interno degli scavi di Ostia Antica, dove è previsto l’ingresso gratuito per la prima domenica del mese.

Sabato 1 novembre, con appuntamento alle ore 10.30 al centro di Ponte Sisto, l’architetto Fabrizio Madonna vi porterà sulle tracce delle storiche esondazioni del Tevere a Roma. Contributo euro 5 + euro 2 per auricolare (under 18 solo € 2)

Domenica 2 novembre con appuntamento alle ore 10.00 alla biglietteria degli scavi, la Dott.ssa Loretta Buonamico vi condurrà alla scoperta di una parte meno conosciuta degli scavi: il tratto finale del decumano, con i Quartieri attorno a Porta Marina e la Sinagoga. Contributo richiesto: euro 5 (gratuita under 18).
Nel pomeriggio, con appuntamento alle 15, sempre alla biglietteria degli scavi, la dott.ssa Buonamico vi porterà invece alla scoperta dei numerosi Culti Orientali ad Ostia Antica. Contributo richiesto: euro 5 (gratuita under 18).
Un secondo appuntamento è invece alle 15.30, sempre alla biglietteria, col Dott. Fabrizio Madonna che vi farà scoprire alcune Domus tarde e i grandi Horrea Imperiali. Contributo richiesto: euro 5 (gratuita under 18).

La prenotazione per tutte le visite è obbligatoria al n. 06 50917817 (lun.-merc.- ven. e sabato ore 9.30-12.30) oppure ai cellulari: 347 8238652 o 327 4564966.

Sabato 1 novembre 2014

Le Piene del Tevere

Appuntamento: ore 10.30 Ponte Sisto. Contributo euro 5 + 2 per auricolare (gli under 18 solo euro 2 )

Le piene del Tevere hanno fatto parte della storia di Roma per oltre 2600 anni: dalla sua fondazione fino al XX secolo. Probabilmente fu una piena di 28 secoli fa che trascinò la cesta di Romolo e Remo fino al punto in cui vennero trovati dalla lupa. Soltanto il completamento dell’arginatura del tratto urbano del fiume e di alcuni sbarramenti a monte di esso, avvenuto nel corso del XIX e XX secolo, hanno permesso di controllare le piene del Tevere e di liberare Roma dalla costante minaccia di essere inondata.
Il Tevere nell’attraversare Roma forma due grandi anse: la prima è compresa tra Ponte Flaminio e Ponte Risorgimento, la seconda, tra Ponte Cavour e l’Isola Tiberina, delimita l’area del Campo Marzio una delle zone di Roma più densamente abitate fino dal termine del periodo repubblicano. La tendenza dei fiumi in piena di “tagliare le anse” ha naturalmente fatto sì che il Tevere in piena si cercasse un percorso attraverso il nucleo urbano della città.

Domenica 2 novembre 2014
Ostia Antica
1.Porta marina e Sinagoga
2. Culti orientali di Mitra e Cibele
3. Domus e Magazzinire

prima visita ore 10.00; seconda visita ore 15.00, terza visita 15.30 Biglietteria Scavi
Ingresso agli Scavi è gratuito per la prima domenica del mese. Contributo per visita guidata : € 5
Ostia, in età imperiale porto attivissimo della capitale di un impero che andava dalla fredda Britannia ai deserti medio orientali, era una città multi-etnica, una vera e propria Torre di Babele. Lo sviluppo commerciale si accompagnò anche con uno sviluppo “culturale” che rivaleggiava con quello della capitale. Andremo a visitare alcuni degli angoli più nascosti dell’antica città, come i quartieri che gravitavano attorno a “Porta Marina”, arrivando fino alla Sinagoga. Vedremo poi alcune delle ricche Domus che caratterizzarono la città nel periodo più tardo ed esamineremo la presenza di numerosi culti di origine orientale. Infatti, come spesso accade, insieme alle merci viaggiavano anche idee, tecnologie e nuove credenze religiose che arrivavano dalle sconfinate regioni dell’Asia e dell’Africa. La vocazione cosmopolita della città è perciò testimoniata anche da diversi culti di origine orientale:dalla Sinagoga, alla Magna Mater Cibele di origine Frigia, all’Iside Egiziana, fino al culto misterico di Mitra, di ascendenza persiana. La visita si propone di andare alla ricerca dei luoghi di origine Frigia, all’Iside Egiziana, fino al culto misterico di Mitra, di ascendenza persiana.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here