Cittadini in strada contro gli allagamenti

11/9/2014 – Cittadini in strada contro gli allagamenti. Ad organizzare la manifestazione in programma per sabato 20 settembre è Casapound Italia dopo l’ennesima giornata di maltempo che ha causato disagi in tutto il territorio del X Municipio. “E’ finito il tempo delle parole e delle promesse – spiega Carlotta Chiaraluce, portavoce di CasaPound Italia nel X Municipio – scenderemo in piazza coinvolgendo cittadini e comitati per mostrare la rabbia di questo territorio verso il totale abbandono delle istituzioni di fronte al problema degli allagamenti. E’ bastata la prima pioggia ed il copione è stato lo stesso degli anni scorsi, quello che ha causato tragedie ed ingenti danni economici ai cittadini. L’entroterra, in particolare l’Infernetto, è come al solito la zona più colpita dagli allagamenti ed intere famiglie questa mattina hanno dovuto pagare ancora una volta l’indifferenza delle istituzioni. Siamo stanchi di amministrazioni che si riempiono la bocca in campagna elettorale per poi dimenticarsi di questo forte disagio dal giorno dopo, si accertino le responsabilità e le competenze per porre fine ad una vera e propria emergenza che ha comportato la chiusura di tratti di strade come la via del Mare e grandi problemi su tutto il territorio. CasaPound Italia ha più volte messo in azione i propri volontari per la pulizia dei canali di scolo all’Infernetto con i propri mezzi e le proprie braccia, oltre ad aver studiato da tempo un piano anti-allagamenti insieme a tecnici ed esperti del settore. Piano che prevede soluzioni concrete a partire dalla realizzazione di vere e proprie trincee drenanti, cioè degli scavi a profondità variabile, riempiti con materiale a granulometria idonea, per esempio una mistura di ghiaia con sabbia, lunghe anche diversi metri. Soluzioni ignorate dall’ex giunta di centrodestra targata Vizzani e dall’attuale amministrazione fallimentare di centrosinistra di Tassone che trova soldi solo per gli interessi della propria parte politica ed assurdità come la pedonalizzazione. Coinvolgeremo in questi giorni cittadini e comitati di quartiere e scenderemo in piazza per costringere le istituzioni ad intervenire una volta per tutte. E’ solo la nostra rabbia, insieme a quella di tutti gli italiani che non si arrendono – ha concluso Chiaraluce – che potrà salvare questo territorio dal malaffare e da una classe politica disastrosa”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here