Assobalneari, riunione straordinaria per il ripascimento

16/9/2014 – In una lettera indirizzata all’Assessore all’Ambiente della Regione Lazio, il presidente Assobalneari Roma – Federbalneari Italia Renato Papagni scrive al fine di informare della convocazione, da parte di Assobalneari Roma, di una riunione straordinaria con tutti gli imprenditori balneari del Litorale romano, per le 19 di questa sera, presso lo stabilimento La Capannina. “Confermiamo la posizione espressa dalla sostanziale totalità dei concessionari balneari” – ribadisce il presidente Papagni – che prevede l’attuazione di un ripascimento morbido e non dei pennelli. L’installazione di strutture rigide in acqua perpendicolari alla costa, viene reputata infatti dannosa e non risolutiva dei fenomeni erosivi.
L’effetto dei cosiddetti pennelli è ben noto ed è quello di spostare i fenomeni erosivi sottoflutto alle strutture. Una relazione redatta dall’Ing. Leopoldo Franco attesta la nostra analisi. “Dunque il progetto che prevede la posa di 8 pennelli in scogliera trasversali alla linea di costa – spiega il Presidente Papagni – nel nostro caso significa produrre una distribuzione delle sabbie all’interno dei pennelli, che comporterebbe nel giro di due o tre anni la definitiva cancellazione delle attuali strutture balneari, nonché esportare erosione sulle spiagge della Riserva Presidenziale, sugli arenili della Spiaggia Libera di Castelporziano, mettendo in discussione la tenuta dell’intero sistema dunale di Capocotta”. Parteciperanno all’incontro di questa sera anche l’Associazione di Pescatori “Quelli del Canale”, confermando l’accordo stipulato lo scorso 17 gennaio nella sede di Assobalneari Roma, finalizzato alla manutenzione e conservazione delle opere di ricostruzione delle costa nell’attuazione di una soluzione morbida e non con barriere soffolte e pennelli.
Assobalneari Roma resta in attesa di fissare un incontro con la Regione Lazio, confermando la disponibilità a sottoscrivere un impegno di manutenzione ma solo per l’attuazione di un ripascimento morbido ed ecosostenibile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here