Abbandonato il Borgo di Ostia Antica tra erbacce e rifiuti

Abbandonato a se stesso il borgo di Ostia Antica. A denunciarlo è il presidente del comitato di quartiere Ostia Antica – Saline Paolo Bondi, da sempre in prima linea nella battaglia per la riqualificazione del quartiere. “Il borgo di Ostia Antica – spiega Bondi – rappresenta per la nostra comunità un simbolo storico e culturale senza il quale rischiamo di perdere la nostra identità, mai come ora questo fantastico posto e in balia del degrado, i vicoli e la piazza sono ridotti in vere e proprie groviere; sampietrini saltati e mai rimessi, le erbacce invadono quel poco di calpestabile che è rimasto, la segnaletica turistica è quasi a terra, il centro storico è invaso da escrementi animali, le mura perimetrali del Castello di Giulio II perdono pezzi. Questo lento ed inesorabile abbandono non si era mai visto, oggi entrare nel Borgo di Ostia Antica non ci da più quella sensazione di bellezza unica, che in molti ci invidiavano, ma un senso di rabbia per un bene che stiamo perdendo, C’è degrado, incuria e desolazione. La cosa che ci preoccupa che nessuno interviene non ci sono progetti e nessuno parla di riqualifica, sia da parte dell’amministrazione che tanto meno dalla soprintendenza, come se si fossero dimenticati di questo posto. Quindi è inutile esultare sui dati positivi d’affluenza agli scavi, se non si hanno occhi per quello che c’è intorno. Questo situazione non si addice minimamente al cuore della nostra città. Rinnoviamo, anche qui, l’appello all’amministrazione a provvedere quanto prima anche perché non rappresenta un bel biglietto da visita per tutto il rilancio turistico sbandierato da più parti. Quindi non solo le mura, ora cade tutto il Borgo, aiutateci”.

Roma, 14 settembre 2014

CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here